Contenuto principale

Messaggio di avviso

Che cos’è
E' un contributo concesso dal Comune ed erogato direttamente dall’Ente Gestore Publiacqua, a rimborso parziale della spesa sostenuta per il servizio idrico, esclusivamente per l'abitazione di residenza,  a cui si può accedere annualmente sulla base di un bando pubblico.

Requisiti

  1. residenza nel Comune di Figline e Incisa Valdarno
  2. titolarità di fornitura domestica residente individuale o nel caso di utenze aggregate (es. condominiali) residenza presso il corrispondente indirizzo di fornitura; potrà essere ammesso a partecipare al bando il soggetto che sia divenuto utente fino al giorno prima della scadenza dei termini per fare richiesta di agevolazione;
  3. possesso di un ISEE Ordinario, in corso di validità, non  superiore ad € 11.000,00 o, in alternativa, non superiore ad € 13.700,00 purché in presenza di una delle seguenti condizioni:

- nucleo familiare numeroso composto da almeno 5 persone;

- nucleo familiare composto esclusivamente da ultrasessantacinquenni;

- nucleo familiare in presenza di persone con attestazione di handicap o con invalidità uguale o superiore al 67%.

Come si ottiene
L’assegnazione del contributo a rimborso avviene esclusivamente attraverso la partecipazione ad un bando pubblico emanato annualmente. Per l'anno 2017 il bando è aperto dal 3 luglio al 4 settembre.

Documenti da presentare
- domanda su modulo predisposto;   
- copia documento di identità in corso di validità;
- copia del permesso CE per soggiornanti di lungo periodo o permesso di soggiorno, in  corso di validità (per i cittadini di uno stato non  aderente all'Unione Europea);
- copia dell'ultima ricevuta di pagamento dell'utenza idrica domestica;
- autocertificazione circa la fonte di sostentamento da  parte del medesimo soggetto interessato o di chi presta l'aiuto economico (solo in caso di ISEE pari a 0);
- dichiarazione dell'Amministratore del condominio o analoga figura con allegato documento valido di identità attestante la  regolarità dei pagamenti e  la spesa sostenuta nell’anno di riferimento (solo in caso di utenze condominiali);
- copia del certificato della ASL attestante le condizioni di invalidità o Attestazione di handicap (solo in caso di presenza nel nucleo familiare di persone con attestazione di handicap o con invalidità uguale o superiore al 67%).

Ritorna ai Servizi per le politiche sociali